Si possono trasformare elementi di disturbo in elementi di qualità?

, , Commenti disabilitati su Si possono trasformare elementi di disturbo in elementi di qualità?

17/05/2018 – Casa VG è il progetto di Enrico Scaramellini su un edificio rurale degli anni 20-30 affiancato ad una costruzione risalente agli anni ’70, per nulla coerente con il contesto.
I volumi esistenti hanno una facciata aperta verso sud, mentre il resto dell’edificio confina con altre proprietà ed è, quindi, totalmente chiuso. Il tema della contiguità dei volumi costruiti, rintracciabile anche nell’architettura rurale spontanea, diventa centrale nel processo progettuale. Tale prossimità fa si che la percezione degli edifici sia assolutamente differente a seconda del punto di vista.

Volumi molto vicini sembrano fondersi in un’unica entità. L’intento principale è quello di costruire il progetto aggiungendo il meno possibile. Il progetto prende atto della definizione dei due volumi; da una parte, l’edificio alto con la copertura a due falde, dall’altra, l’edificio basso con la terrazza..
Continua a leggere su Archiportale.com

Postato da: Archiportale.com